RETI A DOGHE IN FAGGIO

Quale rete a doghe scelgo? Qual è la migliore?

Meglio le reti in acciaio o legno? Meglio doghe strette o larghe? Quanto influisce la rete sul supporto e sull'ergonomia del materasso? Queste sono alcune delle domande che ci facciamo più frequentemente. Di seguito cercheremo di fare un po' di chiarezza sul mondo delle reti a doghe e sulle diverse varianti. Nel processo di acquisto di un materasso si dà spesso poca importanza alla rete, ritenendola elemento marginale: si pensa che, seppur vecchia, possa ancora andare bene, che non influisca molto sul riposo e che il supporto venga fornito esclusivamente dal materasso. Per correttezza di informazione è giusto sapere che una rete non adatta può influire sulle caratteristiche del materasso, dando la sensazione che lo stesso sia più rigido o più morbido rispetto a quando è stato provato in negozio, fino a diminuire significativamente la vita dello stesso. Attualmente sul mercato si trovano molti tipi di rete, con strutture di legno o di metallo e con doghe larghe o strette, ammortizzate o regolabili. La rete, primo sostegno del nostro corpo e dei suoi movimenti durante la notte, è uno degli elementi fondamentali per un buon riposo: ci sostiene, si modella in base alla struttura corporea e completa il lavoro del materasso, assecondando le nostre curve fisiologiche. Insieme al materasso e al guanciale crea il sistema letto.

Partiamo dalla struttura: qual è la più indicata tra acciaio e legno?

La differenza tra i due materiali non è puramente estetica in quanto la rete in metallo attira e trattiene le cariche elettrostatiche causando stress ed ipertensione, inoltre la rete in legno è anche indicata per chi preferisce lasciare la struttura in vista, mentre quella in acciaio è consigliata nei casi in cui la stessa sia inserita all’interno del letto.

 

In merito al legno, oggi si producono reti con doghe in faggio o in betulla… quale scegliere?

Personalmente suggeriamo delle doghe in faggio, in quanto legno molto resistente. Oltre a questo la piegatura a vapore rende le doghe più elastiche, mentre la verniciatura, rigorosamente fatta con prodotti naturali, protegge il legno dagli agenti esterni. Inoltre la pellicola protettiva, le lavorazioni a fori e le scanalature favoriscono una maggiore areazione. A riguardo, la nostra trentennale esperienza nel campo del dormire ci porta a consigliare le doghe ad arco rispetto a quelle piane: le prime, curve verso l'alto, svolgono un lavoro meccanico importante e, con il peso del corpo, si piegano a seconda dei movimenti; le seconde (doghe piane) invece si curvano verso il basso, creando una convessità poco corretta, senza sostenere.

E in merito alla dimensione delle doghe?  Di seguito le principali larghezze di doga:

 

Doga da 6,8 cm.

E' la classica, chiamata ortopedica, che dà un supporto omogeneo su tutta la superficie di appoggio. La rete con questo tipo di doghe è consigliata per materassi a molle tradizionali. Questa tipologia prevede anche, nella zona bacino, delle doppie doghe con cursori per la regolazione della rigidità che rendono la rete più ergonomica e adatta a materassi a molle indipendenti e schiumati.

 

Doga da 3,8 cm.

La sua particolare dimensione rende questo supporto molto ergonomico e, riducendo la distanza tra le doghe, garantisce un appoggio perfetto per il materasso. Queste doghe, anche con cursori per la regolazione della rigidità nella zona bacino, dispongono di porta doghe ammortizzati: questo consente un’ottimale ergonomia e un maggior comfort nella zona spalle. Su questa struttura è consigliato un materasso schiumato (memory) e in lattice.

 

Doghe con piattelli: quali sono caratteristiche?

La nostra collezione comprende anche delle doghe con piattelli:questo tipo di supporto è in assoluto il più ergonomico, con una flessibilità pari a 360° per un adattamento perfetto alle curve del corpo. Lo stesso può essere utilizzato su tutta la superficie d'appoggio della rete o solo sulla zona spalla e bacino per un maggiore comfort. Anche nel caso della rete a piattelli consigliamo un materasso schiumato (memory) e in lattice. Oltre a quanto sopra, forti delle competenze ad oggi acquisite, produciamo anche reti manuali, motorizzate e con dispositivo medico (questa rete è detraibile fiscalmente).


Compara